Marchio registrato e logo
Marchi e brevetti

Marchio registrato e logo: caratteristiche e differenze

Abbiamo visto i vantaggi fiscali che è possibile sfruttare utilizzando, a determinate condizioni, il marchio registrato della propria azienda. È bene fare chiarezza sottolineando le differenze che ci sono tra marchio registrato e logo. A differenza di quanto spesso si pensa (e si dice) marchio e logo non sono la stessa cosa ed è fondamentale, anche in funzione delle tutele legali cui è possibile accedere, distinguere e fare chiarezza.

Marchio e logo: cosa c’è da sapere

Cos’è un marchio

Dal punto di vista legale i marchi sono i “segni utilizzati nel commercio per identificare i prodotti e i servizi di un’azienda”. Questi segni possono essere sia testuali figurativi, , sonori, olografici ecc., a conferma della grande varietà di elementi che possono comporre a realizzare un marchio distintivo, comunicativo e riconoscibile.

Il marchio di un prodotto  o di un servizio, infatti, non è  composto solamente dal nome o dal simbolo che li rappresenta. Per fare un esempio particolarmente noto l’azienda Nike può essere riconosciuta dal nome stesso, dal simbolo (detto anche pittogramma), che in questo caso è l’inconfondibile “baffo”, o dallo slogan (payoff) che è spesso associato con il marchio stesso (come per esempio è just Do It). Quindi, l’identificazione di di un prodotto o di un servizio dell’azienda può essere determinata da tanti elementi di tipo diverso (testuali, grafici, sonori o combinazioni tra di essi).

Cos’è un logo

Quando si parla di logo (che è l’abbreviazione del termine logotipo) dal punto di vista legale bisogna innanzitutto sgomberare il campo da tutti quegli elementi e appellativi che lo caratterizzano dal punto di vista pubblicitario e della cura della Brand Identity. Questi aspetti sono importanti, ma esulano dalla questione legale di ciò che differenzia il logo dal marchio. Propriamente, quindi, il logo è una traduzione grafica del nome dell’azienda, del prodotto o del servizio cui fa riferimento. Il logo, quindi, può essere indicato come una parte di un marchio, ma non viceversa.

Registrare un logo o un marchio? Cosa bisogna fare

Legalmente è possibile registrare sia un marchio che un logo; la normativa accoglie quasi tutte le forme di marchi e loghi che contraddistinguono un’azienda. Bisogna però fare attenzione a specificare cosa si vuole registrare e tale scelta dipende dagli obiettivi che si vogliono raggiungere e le tutele cui sottoporre il proprio business. Non basta, infatti, indicare di registrare un marchio per ottenere automaticamente tutte le tutele annesse. In alcuni casi può essere utile registrare singolarmente i vari componenti del marchio, ma bisogna valutare la presenza dei requisiti e dei vantaggi annessi a questa scelta.

La domanda di registrazione deve essere compilata correttamente per assicurare che tutti gli elementi del marchio (logo, pittogramma, payoff, eccetera) sia tutelato secondo quanto voluto. Anche perché quando si parla di tutela di un marchio registrato si fa riferimento a un’ampia serie di garanzie cui si ha diritto, sia verso gli usi impropri di terzi (contraffazione, diffusione, eccetera) che per l’utilizzo virtuoso (cessione, royalties, eccetera).

Una registrazione amatoriale o superficiale di un marchio può provocare seri danni d’immagine, ma anche esporre a tutta una serie di spiacevoli conseguenze per le quali non è possibile tutelarsi proprio perché non si è gestito correttamente il processo di registrazione.

Marchi e brevetti

Potrebbe interessarti anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Consulta la nostra cookie policy.